Noah, un film senza fede

Se punti molto in alto e manchi il bersaglio, la caduta è fragorosa. Darren Aronofsky aveva già fatto un capitombolo colossale con L’albero della vita – The Fountain (2006) e per fortuna degli spettatori Noah non è altrettanto sconclusionato. Però registra comunque uno scarto fra ambizione e risultato. Il motivo è una questione di fede. […]

Approfondisci

Allacciate le cinture, rivoluzione amorosa per Ozpetek

Anche gli eterosessuali amano. E se di per sé questa non è una grande novità, rappresenta una (piccola?) rivoluzione una volta inserita all’interno dell’opera di Ferzan Ozpetek. Per lungo tempo il suo cinema ha proposto una dicotomia insanabile: da un lato il mondo degli eterosessuali, immancabilmente infelici, ipocriti, quasi per nulla empatici, grigi dentro; dall’altro […]

Approfondisci